alt

Uno dei software multimediali multi-piattaforma e Open Source più apprezzati in assoluto,VLC, fa il salto e dopo aver conquistato i territori dell’iPad, si appresta a diventare Universale annettendo i reami di iPhone ed iPod touch. Disponibile a brevissimo su App Store.

Grazie agli sforzi di Applidium, e a un mese dal rilascio di quella preliminare per iPad, la nuova versione universale del software è al vaglio degli esperti di Cupertino. Le novità messe in campo appaiono piuttosto interessanti:

  • Grazie ad ottimizzazioni di basso livello che sfruttano a fondo le capacità del core ARMv7 all’interno del processore Apple A4, la riproduzione dovrebbe risultare molto più fluida rispetto alla versione precedente
  • Poiché non è ancora possibile utilizzare il decoder hardware, nella maggior parte dei casi i video a 720p non gireranno con la sufficiente fluidità
  • I vecchi modelli di iPhone ed iPod touch non saranno supportati; iPhone originali e 3G non possiedono semplicemente la potenza di calcolo necessaria per la decodifica del video
  • Sono stati aggiunti nuovi formati supportati e, a grande richiesta, è stata implementata finalmente la possibilità di aprire gli allegati di Mail, Safari e di qualunque altra app direttamente in VLC

Ciò in altre parole significa consumi energetici alle stelle e prestazioni ancora lontane da quelle massime teoriche, almeno fintanto che non verrà implementata la decodifica hardware laddove possibile. Chi ha messo le mani sull’app in anteprima giura che i 720 ancora non vanno: purtroppo però, l’unica recensione reperibile al momento sul Web pare avere problemi con Youtube. Per il resto, con un po’ di pazienza c’è da scommetterci che VLC per iOS diventerà presto un autentico gioiello software così com’è, e da tempo, sui computer desktop.

Tech&Hack

Source