NewImage

Mancano oramai una decina di minuti all’apertura dei cancelli del Google I/O 2011, conferenza dedicata agli sviluppatori in cui Google è solita presentare al mondo i suoi nuovi servizi e fare il punto sull’andamento dei vari prodotti.

Le ultime notizie sembrano confermare il servizio Google Music quale il più accreditato ad essere presentato già quest’oggi a San Francisco; si parla ormai da diversi mesi di questo servizio che secondo le ultime indiscrezioni porta con se dei concetti molto innovativi che non sembrano piacere ad alcune case discografiche. Gli ultimi rumors parlano di un servizio di condivisione musicale in cui l’utente avrà a disposizione 50 GB (circa 20.000 canzoni) di memoria su cui caricare la propria musica preferita, sarà inoltre disponibile un servizio in stile Genius di iTunes dotato di un algoritmo in grado di creare playlist in base ai gusti dell’utente.

Riguardo Android, si parla con insistenza dell’imminente presentazione della nuova release Ice Cream Sandwitch; il nome di questa release sembra essere stato involontariamente confermato da un dipendente di Google alcuni giorni fa. Per quanto riguarda le novità che apporterà questa nuova versione, c’è da aspettarsi che venga introdotta l’accelerazione grafica delle pagine del Launcher, una funzione sicuramente indispensabile per migliorare la fluidità ed eliminare i fastidiosi lag nello scorrimento delle homescreens sempre più ricche di widgets.Questa nuova release, che secondo alcuni sarà la 2.4, dovrebbe poi portare con se una maggiore ottimizzazione per i processori multi-core.

Riguardo ai Tablet, quasi sicuramente verrà presentato ufficialmente Android 3.1, che dovrebbe risolvere i problemi di maturità paventati dal giovane Honeycomb. Nello specifico, dovrebbe essere migliorata l’esperienza internet sul browser nativo, grazie anche all’introduzione dell’accelerazione grafica dei video in flash.

Vi ricordo che sarà possibile vedere in diretta lo streaming di questo evento sul sito di Google cliccando qui.

Technology and Hack

Source