9to5 Mac riporta voci secondo le quali le scorte di MacBook sarebbero agli sgoccioli, segno che si è vicini alla fornitura di nuovi modelli. A rimanere sugli scaffali solo la versione 13″ di fascia alta. Dal Giappone si apprende inoltre che i magazzini saranno riforniti in 2-3 settimane.

Raccogliendo rumors e previsioni degli ultimi mesi, i nuovi MacBook Pro dovrebbero diventare più simili agli attuali Air: più sottili, niente slot CD, batteria più performante, schermo ad alta risoluzione e dischi SSD standard.

Resta da vedere se Apple implementerà lo stesso i nuovi chipset SandyBridge di Intel, affetti da un problema su due porte SATA; gli ingegneri potrebbero aver evitato il problema, oppure aver scelto di non usare le schede di ultima generazione.

Tachnology and Hack

Source